Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo

pepita

Infoline - 0575 324500
Pepita Viaggi on Instagram

BUDAPEST
Ponte d'Ognissanti

1 novembre / 4 novembre 2018 - Prezzo: 450.00 €

GRAN TOUR CINA CLASSICA
Pechino – Xi'an – Guilin
Shanghai – Zhujiajiao

Partenza:Martedì 16 Ottobre 2018 Ritorno:Sabato 27 Ottobre 2018 Prezzo:2950.00 €   Programma del viaggio

GRAN TOUR
CINA CLASSICA

Pechino – Xi'an – Guilin – Shanghai – Zhujiajiao
 
 
 
La Cina non è un paese, è un mondo a sé che spazia dalle metropoli moderne, alle praterie epiche passando per deserti, vette sacre, grotte straordinarie e rovine imperiali, un paese sempre pronto a incantare e stupire. Un mondo sospeso tra progresso, civiltà millenarie e bellezze naturali da lasciare senza fiato. Più che un paese, la Cina è un mondo con oltre un miliardo di abitanti e più di 4.000 anni di storia. Un luogo in cui alle grandi metropoli si contrappongono paesaggi rurali e bellezze naturali da lasciare senza fiato nella loro affascinante immobilità. Un luogo di forti contrasti e di grandi emozioni che stupiscono ed incantano. Un paese in bilico tra tradizioni millenarie e modernità, tecnologia e avanguardia. A meno di tornare sempre negli stessi posti che diventano, quindi, familiari, questo enorme Paese si apre agli occhi del visitatore in una continua sorpresa e con scenari sempre nuovi. Un crogiolo di storia, tradizione, gastronomia e culture che nel corso dei secoli, se non dei millenni, hanno dato vita a quello che si può vedere oggi. Dalla eclettica capitale Pechino, una delle più popolose al mondo, alla dinamica e trendy Shanghai, da città di origini antichissime a incredibili capolavori della natura: la Cina è un luogo di forti contrasti e di grandi emozioni che stupisce ed incanta. Un viaggio in Cina è sempre una scoperta.



16 Ottobre  Martedì  AREZZO – ROMA – PECHINO
Partenza in pullman da viale Giotto (angolo bar Giotto) alle ore 14:00
Arrivo all'aeroporto di Roma Fiumicino, disbrigo delle formalità d'imbarco e partenza con volo di linea Air China diretto per Pechino CA0940 Roma – Pechino 21:15 – 13:10 del giorno successivo. Pasti e pernottamento in volo.

17 Ottobre Mercoledì  PECHINO
All’arrivo incontro con la guida e il bus privato e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio primo giro panoramico della città in cui visiteremo la famosissima piazza Tienanmen, nota anche come “Piazza della Pace Celeste”, lunga 880 metri e larga 500, può ospitare un milione di persone ed è la quarta piazza più grande al mondo. La Porta della Pace Celeste, la porta di Tienanmen, consente l’accesso alla Città Proibita. Sopra l’ingresso si trova un ritratto di Mao Tse-Tung, il fondatore della Cina moderna. Piazza Tienanmen è il simbolo del potere dello stato in Cina. Qui per tradizione si svolgono grandi parate militari. Sul lato occidentale si trova l’edificio del Parlamento, conosciuto anche come Grande Sala del Popolo. Non fu certo un caso che negli anni ’80 divenne l'epicentro delle proteste popolari contro le lente riforme sociali ed economiche. Uno dei simboli più incisivi e importanti della protesta di piazza Tienanmen è il “Rivoltoso Sconosciuto”, l’uomo che si oppose al passaggio di un plotone di carri armati e salì su uno di essi per parlare con i militari. Le varie foto che lo ritraggono sono tra le più famose del mondo. Il suo gesto eroico viene ancor oggi considerato un emblema della libertà e dell'opposizione alla dittatura. Cena in ristorante tipico. Pernottamento in hotel.
 
PECHINO Poche città al mondo possono vantare una storia tanto ricca e affascinante quanto Pechino. Disegnata a tavolino 600 anni fa secondo i dettami della geomanzia cinese, la città fu abbellita oltre ogni immaginazione di palazzi, templi, monasteri, giardini dal fascino fiabesco. Ancora all’inizio di questo secolo, Pechino si presentava suddivisa in tre città concentriche, separate fra loro da alte mura: nel centro, la Città Proibita, impenetrabile e misteriosa dimora del ‘Figlio del Cielo’; attorno, la città tartara, dove risiedeva la nobiltà imperiale; all’esterno, la città cinese, dove vivevano i cittadini e dove sorgeva il Tempio del Cielo, sede ufficiale del culto imperiale. Dopo l’avvento della Repubblica Popolare, Pechino subì un forte sconvolgimento urbanistico che, senza toccare alcuno dei monumenti, ha comunque modificato profondamente l’aspetto della città, rendendola una capitale moderna ed elegante; ma il cuore, la straordinaria Città Proibita, resiste impermeabile al tempo a testimoniare la gloria e i fasti del ‘Figlio del Cielo’.

18 Ottobre  Giovedì  PECHINO
Pensione completa con cena tipica in ristorante a base di anatra laccata. Incontro con la guida e partenza alla scoperta di Pechino. Visiteremo la Città Proibita, uno dei principali monumenti del paese, poiché rappresenta un simbolo della Cina tradizionale e allo stesso tempo il massimo capolavoro in buono stato di conservazione dell'architettura classica. Ogni anno, milioni di cinesi e di stranieri vi si recano per ammirare nell'immenso complesso i tesori e gli oggetti preziosi, il potere e lo splendore, l'abbondanza e il lusso degli antichi imperatori. Ogni cosa nella Città Proibita ha un significato filosofico, religioso e soprattutto indica la maestosità dell'imperatore. Ad esempio il giallo, il colore dell'imperatore, si trova su quasi tutti i tetti dei palazzi, a parte quello della biblioteca, che è nero ed è associata quindi all'acqua, e quello del palazzo del principe erede, le cui mattonelle sono verdi a simboleggiare la crescita. Proseguimento per la visita del Palazzo Imperiale d’Estate che si dice sia il giardino imperiale meglio conservato al mondo e il più grande nel suo genere ancora esistente nella Cina moderna. Non è una sorpresa che durante le caldi estati di Pechino la famiglia imperiale preferisse i bei giardini e i padiglioni all’aperto del Palazzo d’Estate alle mura della Città Proibita. I Cinesi lo chiamano “Giardino dell’Armonia Educata”: i giardini panoramici, i templi e i padiglioni furono progettati per raggiungere l’armonia con la natura e per soddisfare l’occhio e procuragli sollievo. I meravigliosi edifici, le camminate, i cortili si perdono accanto al lago, lungo i corsi d’acqua e si arrampicano sui leggeri pendii delle colline. In serata rientro in hotel, e pernottamento.
 
Piccolo consiglio: se volete farvi un'idea di come si svolgesse la vita nella Città Proibita guardatevi il film di Zhang Yi Mou “La Città Proibita”, oppure potete leggere il libro di Reginald Johnston “Crepuscolo nella Città Proibita” che racconta la vita dell'ultimo imperatore.

19 Ottobre  Venerdì  PECHINO
Mezza Pensione. Cena libera. Incontro con la guida e visita della Grande Muraglia Cinese, una delle più famose meraviglie del mondo ed inclusa nella lista dei Patrimoni dell'Umanità dell'Unesco sin dal 1987. Proprio come un enorme drago, la Grande Muraglia si snoda su e giù per montagne e attraverso deserti e praterie, percorrendo un totale di 21.196 chilometri dalla costa est fino ai deserti a ovest. La sua storia è di oltre 2000 anni, molte delle sue sezioni sono scomparse lungo i secoli e altrettante sono arrivate fino al giorno d'oggi. E' una delle più affascinanti attrazioni al mondo grazie alla sua importanza storica e alla grandezza architettonica. La Grande Muraglia Cinese è un’opera colossale che ha assunto nel tempo funzioni e significati diversi, che ha comportato l’impiego delle più disparate tecniche e dei più disparati materiali, che ha impiegato il lavoro di milioni di persone ma che solo nell’arco di molti secoli ha assunto il carattere mitico e unitario che ancora oggi gli attribuiamo. Sulla via del rientro ci fermeremo a visitare la Via Sacra, considerato il cammino da percorrere per raggiungere le necropoli imperiali. L'imperatore infatti essendo il figlio del cielo, si riteneva essere giunto sulla terra attraverso la via sacra; dopo la sua morte ripercorrere la via significava quindi permettergli di ritornare alla propria dimora celeste. Ai lati della strada ci sono statue antropomorfe e di animali. Le statue antropomorfe sono di soldati guardiani della via e di eunuchi o funzionari, mentre gli animali hanno una funzione simbolica: elefanti e cammelli rappresentano l'estensione del territorio dell'impero, mentre i leoni rappresentano la forza del potere imperiale. In serata rientro in hotel, pernottamento.

20 Ottobre  Sabato  PECHINO – XI’AN
Pensione completa. In mattinata termineremo la visita di Pechino ammirando il Tempio del Cielo, considerato come il più sacro dei templi imperiali di Pechino. E’ stato descritto come “un capolavoro di design architettonico e paesaggistico”. Il Tempio del Cielo era dove l’imperatore si recava ogni solstizio d’inverno per adorare il Cielo e a pregare solennemente per ottenere un buon raccolto. Da quando il suo dominio fu legittimato dal mandato ricevuto dal Cielo, un cattivo raccolto sarebbe potuto essere interpretato come la perdita del favore del Cielo e la minaccia della stabilità del suo regno. Quindi non era del tutto privo di interesse personale il fatto che l’imperatore pregasse fervidamente per un buon raccolto. Al termine della visita trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Xi’an. All’arrivo disbrigo delle formalità, incontro con il pullman privato, trasferimento in hotel e pernottamento.
 
XI'AN: chiamata “Chang'an” nei tempi antichi, la città eterna, testimonia i grandi cambiamenti della nazione cinese proprio come un libro di storia vivente. Xian è uno dei luoghi di nascita dell'antica civiltà nel bacino del Fiume Giallo. Durante il suo sviluppo, lungo 3.100 anni, 13 dinastie come quella Zhou, Qin, Han ma soprattutto Tang (618-907) l'hanno utilizzata come capitale, raggiungendo in quei secoli un milione di abitanti, costituendo probabilmente il centro più popoloso del mondo. Da qui partiva la famosa Via della Seta (6400 km), che si dirigeva verso est raggiungendo la costa orientale del Mediterraneo; fu soprattutto una strada commerciale che, collegando Cina e Occidente, permise lo scambio di merci e di conoscenze tra due grandi civiltà: la cinese e la romana. Tra i monumenti che la rendono famosa nel mondo l'Esercito di Terracotta, corredo funebre imperiale inserito nel Patrimonio UNESCO, il Mausoleo dell'Imperatore Qin Shi Huang, la Cinta Murata, ad oggi la più grande e intatta fortificazione della Dinastia Ming al mondo, i resti del Villaggio Banpo, abitato per un millennio nel neolitico, la Foresta delle Steli di Pietra.

21 Ottobre  Domenica  XI'AN
Pensione completa con cena tipica in ristorante a base di ravioli, la specialità regionale.  Incontro con la guida e partenza per la visita di Xi’an e delle sua imponente cinta muraria, la più antica, larga e ben conservata del mondo. Proseguimento per il Mausoleo del primo imperatore Qin a Lingtong dove potremo ammirare il famoso Esercito di Terracotta. Composto da soldati, acrobati, arcieri, armi e carri con cavalli, fu fatto costruire per accompagnare la tomba del Primo Imperatore della Cina e per proteggere la sua vita nell’aldilà. Queste statue sono giaciute per più di 2000 anni sotto 35 metri di terra fino al giorno in cui un contadino le ha rinvenute portando così alla luce uno dei ritrovamenti archeologici più importanti di tutta la Cina. L’intera collezione è composta da 8.000 statue ma ad oggi ne sono state rinvenute solo qualche centinaia. Visiteremo poi il quartiere musulmano, un labirinto di viuzze inondate di brulicante e chiassosa umanità, dove ci si fa strada fra piccoli negozi che vendono un po’ di tutto e i coloratissimi e variopinti banchi di spezie, dolci e frutta. Sosta alla Grande Moschea, la più grande e antica moschea della Cina, tuttora attiva. Fondata nel 742, fu costruita durante la Dinastia Ming, ampliata in quella Qinq e ristrutturata nelle epoche successive. Differisce da ogni altra moschea medio orientale per la sua architettura totalmente in stile cinese. In questo luogo infatti è possibile vedere un “concentrato” di tutti gli stili architettonici cinesi che si sono susseguiti nel corso dei secoli. Rientro in hotel, pernottamento.
 
22 Ottobre  Lunedì  XI'AN - GUILIN
Pensione completa. In mattinata visita al Piccolo Esercito di Terracotta facente parte dei tesori dell’Imperatore Liu Qi. Le immagini di soldati di ceramica sono circa 1/10 della grandezza dei soldati veri. Sebbene le immagini di ceramica e il regno fantasma ricordino la collezione di statue trovate nel mausoleo del Primo Imperatore Qin Shi Huang, essi erano a grandezza naturale e dai dettagli più realistici, mentre le statue nel mausoleo sembrano più delle bambole o delle figurine giocattolo. A darne ancora di più l’immagine di un regno immaginario ci sono sculture di creature mitologiche come dragoni e leoni danzanti. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Guilin. All’arrivo disbrigo delle formalità, incontro con il pullman privato, trasferimento in hotel e pernottamento.

23 Ottobre  Martedì  GUILIN
Pensione completa. Incontro con la guida e partenza per il porto per la mini crociera lungo il fiume Lijiang circondato dalle “schegge di giada”, vale a dire le verdi colline che, come conseguenza dell’erosione millenaria prodotta dagli agenti atmosferici, hanno preso delle forme così strane e fantastiche da formare suggestivi paesaggi. Qui è racchiuso il segreto della pittura cinese, che ha preso spunto da questi scenari da fiaba per realizzare opere di suggestione impareggiabile. A fine crociera visita al villaggio di Yangshuo, una volta meta prediletta dei viaggiatori con zaino in spalla ed oggi luogo rinomato per le sue bancarelle variopinte dove poter curiosare. In serata rientro in hotel e pernottamento.
 
24 Ottobre  Mercoledì  GUILIN - SHANGHAI
Mezza Pensione. Cena libera. In mattinata partenza per una passeggiata lungo le rive del fiume e visita della Collina di Fubo. La collina con la sua cima nel cielo e i piedi nell’acqua, è conosciuta come Terra delle Meraviglie tra le Onde. Oggi la collina viene chiamata Fubo “Collina che Domina le Onde”. Leggenda vuole che Ma Yuan, un generale della dinastia Han chiamato Fubo, sia passato da Guilin per una spedizione meridionale, e abbia gettato nel fiume tutte le perle che portava con sè, e la collina prese il suo nome. Visita alla Grotta del Flauto di Bamboo, un’affascinante galleria di sculture naturali oggi rese ancora più belle da luci colorate. La grotta prende il suo nome da un tipo di canna che cresce al suo esterno e che può essere utilizzato per creare dei flauti melodiosi. La grotta è ricca di numerosissime stalattiti, stalagmiti e rocce dalle forme meravigliose e bizzarre. Illuminata da luci colorate, la grotta appare come uno splendido palazzo sotterraneo ed è per questo motivo che questo posto è anche conosciuto con il nome di “Palazzo d’Arte Naturale”. In serata trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Shanghai. All’arrivo, trasferimento con il pullman in hotel, pernottamento.
 
SHANGHAI è la città più moderna, elegante e raffinata della Cina: nel 1840 non era che un piccolo borgo di pescatori quando, a seguito della Guerra dell’Oppio, fu data in concessione agli Europei ed agli Americani. Da allora Shanghai crebbe in modo tumultuoso: banche, grandi magazzini, alberghi, parchi, grandi arterie commerciali, chiese e palazzi ne fecero una città straordinariamente elegante; gli Occidentali portarono con sé le loro abitudini e il loro stile di vita, fino ad allora totalmente sconosciuti ai Cinesi; in breve la città si guadagnò l’appellativo di ‘Parigi d’Oriente’ e non c’era lusso o piacere, per quanto proibito, che non fosse possibile trovarvi. Anche oggi, a cinquant’anni dalla rivoluzione, nelle vie del centro e sul Bund (il celebre lungofiume) a Shanghai sopravvive intatta quell’atmosfera struggente da ‘belle époque’ di inizio secolo; nello stesso tempo, strade sopraelevate, ponti avveniristici e grattacieli di vetro proiettano la città con sicurezza verso il futuro.

25 Ottobre  Giovedì  SHANGHAI
Pensione completa. Al mattino incontro con la guida e visita di Shanghai partendo dal Tempio del Buddha di Giada nel quale vi risiedono 70 monaci. All’interno, il pezzo forte è un Buddha di Giada bianca alto 1,9 metri, che venne posato qui dopo che un monaco lo portò dalla Birmania alla provincia dello Zhejiang nel 1882. Proseguimento per la visita del Giardino Yuyuan costruito durante la dinastia Ming, più di 400 anni fa. Il magnifico paesaggio e lo stile artistico dell’architettura hanno reso il giardino uno dei luoghi di maggiore interesse di Shanghai. Yuyuan letteralmente tradotto significa “Giardino della felicità”. I giardini interni ed esterni furono entrambi costruiti nello stile classico della dinastia Ming, con numerose rocce e tre zone con giardini alberati, stagni, pareti ricoperte da draghi. Nel pomeriggio visita al Tempio Longhua, il più grande tempio di Shanghai e dedicato al Buddha Maitreya. Sebbene la maggior parte degli edifici attuali siano frutto di ricostruzioni successive, il tempio conserva la progettazione architettonica dell’epoca Song. La visita terminerà alla Chiesa di Xujiahui, prima chiesa della Cina in stile occidentale, per la precisione gotico francese medioevale, realizzata nel 1905. E’ sita nel distretto di Xuhui ed è caratterizzata da pareti rosse, tetti di ardesia e 64 colonne bianche. La chiesa è uno degli edifici più importanti di Shanghai ed al suo interno può ospitare circa 3000 persone. A seguire  passeggiata nella via Nanchino, la via commerciale più importante della Cina e lungo il Bund. In serata rientro in hotel e pernottamento.
 
26 Ottobre  Venerdì  SHANGHAI - ZHUJIAJIAO
Mezza Pensione. Cena libera. Partenza in mattinata per un’escursione al villaggio di Zhujiajio, un antico borgo situato nel distretto di Qingpu, a Shanghai. Formatosi circa 1700 anni fa, oggi conta una popolazione di circa 60.000 abitanti ed è diventata una delle mete più amate dai turisti grazie alla presenza di una fitta rete di canali che gli hanno valso il nome di “piccola Venezia d’Oriente”. Tradizionalmente, merci e persone si spostavano proprio attraverso i canali, passando sotto ai 36 antichi ponti in pietra ancora oggi visibili. Zhujiajiao è il villaggio fluviale meglio conservato di tutta la zona di Shanghai. Accanto ai vicoli più turistici, ricchi di negozi e ristoranti, vi sono delle stradine meno affollate, più autentiche, abitate da gente del posto e amanti della vita bohémien, e non è raro vedere le porte delle abitazioni lasciate socchiuse, a testimonianza di uno stile di vita d’altri tempi. Al termine delle visite rientro a Shanghai. Pernottamento in hotel.

27 Ottobre  Sabato  SHANGHAI – PECHINO - ROMA - AREZZO
Trasferimento in aeroporto e partenza per Roma con volo di linea Air China con scalo e cambio aereo a Pechino CA1858 Shanghai – Pechino 07:55 – 10:10 // Pechino – Roma 14:10 – 18:55. All’arrivo incontro con il nostro pullman e proseguimento per Arezzo.
 
N.B. a causa di condizioni meteo, viabilità, orari dei voli e altre ragioni al di fuori del nostro controllo il programma potrebbe subire variazioni o aggiustamenti.
 
 




 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 2950,00

Supplemento camera singola € 560,00 (possibilità di richiedere abbinamento)

Bus da Arezzo per l'aeroporto di Roma a/r 60/80 in base al numero dei partecipanti

Visto d'ingresso in Cina € 90,00 
 


 
 
 

La quota comprende: Volo di linea intercontinentale Air China – Voli interni – Tasse aeroportuali (nella misura di € 480,00, eventuali adeguamenti saranno applicati 20 gg prima della partenza) - Sistemazione  in hotel 4* – Trattamento di  pensione completa con una bevanda analcolica a pasto (escluso 3 cene) – Trasferimenti dall'aeroporto all'hotel e viceversa – Visite ed escursioni con guide locali parlanti italiano - 1 cena tipica a base di Anatra a Pechino – 1 cena tipica a Xi'an – Tassa di soggiorno a Pechino - Assicurazione medico/bagaglio (massimale spese mediche € 10.000,00/ massimale bagaglio € 1500,00 - condizioni disponibili in agenzia – possibilità di aumentare il massimale delle spese mediche) –  Una guida della Cina - Accompagnatore Pepita dall'Italia.
 
La quota non comprende: viaggio in pullman da Arezzo a Fiumicino A/R - Mance € 40,00 circa a persona da consegnare all’accompagnatore in loco (saranno distribuite equamente tra guide/autisti/facchinaggi servizi vari etc.) - altre bevande oltre a quelle specificate - Assicurazione Annullamento chiedere costo e condizioni in agenzia - eventuali adeguamenti valutari e delle tasse aeroportuali e tutto quanto non menzionato né “la quota comprende”.



 
ACCONTO ALL’ATTO DELLA PRENOTAZIONE € 800,00
Cambio applicato 1 USD = 0,82 €
(eventuali adeguamenti valutari saranno comunicati al saldo)
 
IL VIAGGIO SARA’ EFFETTUATO CON MINIMO 20 PARTECIPANTI
 
I POSTI IN PULLMAN SARANNO ASSEGNATI IN ORDINE DI PRENOTAZIONE


 

DOCUMENTI NECESSARI: PASSAPORTO
con 6 mesi di validità residua ed avere 2 pagine completamente libere
Per l’ottenimento del visto sarà necessario portare in agenzia 35 giorni prima della partenza
la fotocopia a colori della pagina principale del passaporto (quella con la foto ed i dati anagrafici)
Durante il viaggio è consigliabile avere con sé una fotocopia del passaporto e 2 fototessera



EVITA IL SUPPLEMENTO SINGOLA!
Pepita Viaggi offre il servizio di abbinamento dei viaggiatori: se viaggi da solo/sola puoi richiedere all'agenzia di condividere la camera con un altro viaggiatore/viaggiatrice e risparmiare sul supplemento singola.
 


 

Prima della prenotazione del viaggio, si prega di prendere visione delle "Condizioni generali" e "Scheda tecnica".

Richiedi informazioni Invia ad un amico

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X