Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo

PERÙ
Machu Picchu - Lago Titicaca
Valle Sacra degli Incas

Partenza:Mercoledì 22 Aprile 2020 Ritorno:Domenica 03 Maggio 2020 Prezzo:3190.00 €   Programma del viaggio

Viaggio nel Mundo Inca
PERÙ
Lima –  Arequipa – Puno – Lago Titicaca - Valle Sacra degli Incas – Machu Picchu – Cusco
 
 

 
Come definire il Perù se non una magica alchimia tra capolavori architettonici, bellezze naturali e gente straordinaria. Nulla è monotono e scontato in questa meravigliosa terra abitata da gente semplice, erede di un passato glorioso. Tutte le culture del Perù hanno lasciato un patrimonio straordinario di architettura, oreficeria, folclore, lavorazione dei tessuti e ceramica.  Dopo la conquista degli spagnoli  l'architettura e l'arte subirono una forte influenza coloniale, visibile ancora oggi nei palazzi costruiti sulle fondamenta incaiche e nei magnifici altari in legno scolpito con ornamenti d'oro e d'argento.   Il Perù possiede enigmi del passato  che, malgrado il correre del tempo, non sono mai stati risolti e continuano a costituire un mistero. Si mantengono inoltre le tradizionali abitudini nelle valli andine e i riti magici nella selva che danno al  Paese una ricchezza folcloristica ineguagliabile.


 

22 Aprile  Mercoledì   AREZZO – ROMA – MADRID - LIMA
Partenza in pullman g/t da Viale Giotto (angolo Bar Giotto) alle ore 02:00
Arrivo all'aeroporto di Fiumicino, disbrigo delle formalità d' imbarco e partenza per Lima con volo di linea Iberia, scalo e cambio aereo a Madrid: IB 3239 Roma – Madrid 07:40 – 10:15 / IB 6659 Madrid – Lima 13:10 – 18:05. All'arrivo incontro con il nostro corrispondente e trasferimento, con pullman privato in hotel, cena libera, pernottamento.

23 Aprile Giovedì  LIMA - AREQUIPA
Pensione completa. Al mattino, incontro con la guida e visita del centro storico della capitale, dichiarato Patrimonio Culturale dall’UNESCO, chiamata anche “Ciudad de los Reyes”, perché fu sede dei viceré spagnoli durante il periodo coloniale. Fulcro del centro è la Plaza Mayor (antica Plaza de Armas), dove si visiteranno la cattedrale e il suo museo religioso e si potranno ammirare il Palazzo del Governo ed il Palazzo Comunale. Dopo la visita del convento di San Francisco e del suo tesoro, si prosegue per il Museo Larco, il più bel museo archeologico del Perù, sistemato in un’antica casa coloniale. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea Lan LA2147 Lima – Arequipa 17:50 – 19:21. All'arrivo, incontro con  la guida e trasferimento in hotel, pernottamento.
 
Lima è la capitale e la città più popolata del paese. Storicamente è stata anche la capitale del Vicereame spagnolo delle Indie, ed è ancora oggi il centro culturale ed economico del Perù.
Oggi, al di là dell’area del centro storico, che reca ancora l’impronta spagnola, Lima è una città moderna ed elegante, con i suoi quartieri residenziali che si affacciano sul Pacifico (Miraflores, San Isidro e Barranco), le sue spiagge, i suoi parchi. Per chi vi fa una sosta, è imperdibile una visita a qualcuno dei suoi musei, legati alla storia pre-colombiana: su tutti, merita una citazione lo spettacolare museo Larco, che ha una collezione di oggetti d’oro e pietre preziose (ritrovati nelle tombe monumentali del nord o nei santuari) senza pari al mondo.

 
24 Aprile  Venerdì  AREQUIPA
Prima colazione in hotel. Pranzo libero. Incontro con la guida e visita a piedi del centro storico della più bella città coloniale del Perù: il Monastero di Santa Catalina, gioiello architettonico nel cuore del centro storico; la Plaza de Armas su cui si affacciano la cattedrale e la chiesa della Compagnia di Gesù, splendido esempio di barocco andino; il museo Santuarios Andinos, dove è conservata la mummia Juanita. Nel pomeriggio tempo libero a disposizione per visite individuali. In serata rientro in hotel, cena in ristorante e pernottamento.
 
Arequipa  è la seconda città più grande del Perù. Situata a 2.325 metri sul livello del mare è circondata da tre vulcani: El Misti (5.822 metri) dalla forma conica, il Chachani (6.075 metri) la cui cima é sempre innevata e il Picchu Picchu (5.425 metri). La moderna città di Arequipa è stata fondata il 15 agosto 1540 da Manuel de Carbajal, un emissario del conquistatore Francisco Pizarro. Un anno dopo, gli fu conferito il rango di città da Carlo V di Spagna e ottenne lo stemma cittadino che sussiste tuttora. Il centro storico di Arequipa è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel dicembre 2000 grazie all’integrità della sua architettura storica. Influenzata sia dallo stile andaluso che da quello dell’era coloniale spagnolo, la sua architettura è una fusione tra le caratteristiche natie delle Ande e lo stile europeo. Arequipa è la capitale mondiale dell’alpaca, qui si producono raffinati filati; è rinomata anche per la cucina: il rocoto relleno (peperone ripieno), il cuy chatado (porcellino d’India), e il lechon al horno (maialino).

25 Aprile  Sabato  AREQUIPA – PUNO
Pensione completa con pranzo al sacco con cestino pic-nic. Partenza per Puno e il Lago Titicaca risalendo la “puna”, l’altipiano andino a circa 3800/4000 metri di quota. Lungo il percorso visita del suggestivo lago Umayo (4.100 m slm) e del sito funerario preincaico di Sillustani. Arrivo nel pomeriggio a Puno, sistemazione in hotel e pernottamento.
 
26 Aprile Domenica  PUNO - LAGO TITICACA – PUNO
Pensione completa. Al mattino incontro con la guida e partenza in motobarca per una escursione d'intera giornata sul lago Titicaca, lo specchio navigabile più alto del mondo (3812 mt); al mattino, si visitano le isole galleggianti degli Uros, poi si prosegue fino all'isola Taquile, nel cuore del lago, abitata dagli indiani omonimi, ottimi artigiani. In serata rientro in hotel a Puno e pernottamento.
 
Il Lago Titicaca è esteso dal sud-est del Perù alla Bolivia occidentale, è la culla della civiltà Inca ed è il lago navigabile più alto al mondo (3.810 mt) – nonchè il più esteso del Sudamerica: è lungo 196 km con una larghezza di 56 km ed una profondità media di 107 metri. Le acque sono fredde e caratterizzate da un blu intenso che crea uno straordinario contrasto con l’aridità dell’Altipiano. Il lago è punteggiato da 41 isole, alcune delle quali sono densamente popolate. L’origine del nome Titicaca è sconosciuta. Gli abitanti che vivono sulle sponde hanno tradizionalmente interpretato la forma del lago come quella di un puma che caccia un coniglio, dandogli il nome di “Puma di Roccia”. “Titicaca” unisce le parole delle lingue locali: Quechua e Aymara.
 
27 Aprile Lunedì  PUNO – VALLE SACRA DEGLI INCAS
Pensione completa. In mattinata, partenza per la Valle Sacra. Il viaggio durerà dieci ore circa. Durante la strada, sosta al Parco Archeologico di Raqchi. In posizione strategica dominante dal crinale di una vallata, Raqchi era posta lungo l’antico percorso Inca del sistema stradale che si snodava da Cusco. Visita del Tempio di Wiracocha, considerato tra i più importanti e sacri dell’Impero Inca, era un santuario e centro rituale religioso dedicato al dio creatore Inca. In origine alta una quindicina di metri circa, l’imponente struttura del tempio a tronco piramidale era la più alta rinvenuta tra le scoperte Inca. Tra le piattaforme rettangolari sovrapposte e sfalsate, una scalinata centrale conduceva ad adorare il dio Sole. Sosta al passo di La Raya, a 4.335 metri s.l.m., il Passo segna il confine amministrativo tra il distretto di Cuzco e quello di Puno. Proseguimento per il villaggio di Andahuayllas per la visita della Chiesa di San Pietro Apostolo, considerata la Cappella Sistina Americana quale straordinaria opera architettonica di arte sacra armoniosa tra stile esterno ed interno. Lo scopo dei missionari gesuiti e dei conquistatori spagnoli era di attirare le popolazioni andine analfabete per cercare di convertirle al cattolicesimo. In serata sistemazione in hotel in zona Valle Sacra e pernottamento.
 
 28 Aprile Martedì  VALLE SACRA DEGLI INCAS
Pensione completa. Partenza in pullman per la Valle Sacra degli Incas. Si visiterà il mercato indio di Pisaq, dove avviene il baratto di prodotti agricoli fra i contadini locali, e dove sono in vendita  oggetti di artigianato. Si discende poi lungo la spettacolare Valle Sacra per giungere infine alla fortezza di Ollantaytambo, suggestivo insediamento militare posto a chiusa della valle. Esempio vivente di un villaggio Inca, conserva nel tempo case, strade e canali dell'epoca del Tahuantinsuyo. Il nome del villaggio e la zona archeologica è legato al signore Ollanta, che secondo la tradizione orale si innamorò di una principessa figlia dell'Inca Pachacútec e fu per questo severamente punito. Sistemazione in hotel.
 
La Valle Sacra degli Incas si trova a 15 km a nord della capitale Inca di Cusco a 2800 metri di altezza; era il principale centro per l’estrazione di ricchezze naturali dell’Impero Inca e una delle aree più importanti per la produzione di grano in Perù. La Valle gode di un ottimo clima, terre fertili ed è bagnata dalle acque del fiume sacro degli Inca, il Vilcanota (che in Quechua significa sacro o meraviglioso). Nella città di Urubamba, il Vilcanota è conosciuto come il fiume Urubamba. Nella Valle Sacra é impossibile non ammirare le tecniche agricole avanzate adottate dagli Incas, note come “andeneria” (terrazzamenti agricoli): piattaforme composte da molti piccoli appezzamenti di terra, disposti a gradini sulle colline dove venivano seminate le colture. Nella  Valle Sacra si trovano numerose rovine Inca come Ollantaytambo, Pisaq, e Moray e due dei più importanti mercati artigianali della regione di Cusco: Pisaq e Chinchero

29 Aprile  Mercoledì  VALLE SACRA DEGLI INCAS – AGUASCALIENTES
Pensione completa. Giornata dedicata all'escursione in alcuni villaggi andini nella valle di Cuzco: Chinchero, Moray e Maras, con le loro rovine incaiche. Al termine delle visite, partenza in treno  per Aguascalientes dove si giungerà dopo poco più di un'ora. Sistemazione in hotel e pernottamento.

30 Aprile  Giovedì  MACHU PICCHU – CUSCO
Prima colazione in hotel. Pranzo in ristorante in corso d'escursione. Partenza di primissima mattina dalla stazione degli autobus con minibus di linea che ci condurrà in 25 minuti sulla cima della montagna che nasconde la massima espressione culturale e architettonica degli Incas: Machu Picchu. Visita approfondita delle rovine. Nel pomeriggio, ritorno a Cusco in treno. Sistemazione in hotel, cena libera.
 
Machu Picchu è il sito archeologico per eccellenza dell’intera America Latina. Scoperta per puro caso dall’archeologo americano Hiram Bingham nel 1911, questa spettacolare cittadella, edificata sopra un cocuzzolo verde nel cuore della foresta tropicale, fu inizialmente identificata con il mitico Eldorado. In realtà, ancora oggi non si è giunti a capire con esattezza la funzione di questo sito, che doveva comunque essere di notevole importanza, vista la presenza di un tempio solare e l’esistenza di una cammino reale che la collegava alla capitale inca. Di certo si può dire che è il capolavoro assoluto dell’architettura inca; ad attirare i viaggiatori è anche l'impressionante vista che si ha sulla sottostante valle dell'Urubamba, circa 400 metri più in basso. Nel 2007 Machu Picchu è stato eletto come una delle Sette meraviglie del mondo moderno.

01 Maggio  Venerdì   CUSCO
Prima colazione in hotel. Pranzo libero. Mattina dedicata alla visita dei rioni storici della città: la  Cattedrale, alcuni stretti vicoli il cui disegno urbanistico risale ancora all'epoca Inca e il Tempio di Qorikancha, sul quale gli spagnoli costruirono il convento di Santo Domingo. Si prosegue poi per le rovine inca di Tambomachay, Puca Pucara, Qenqo e Sacsayhuaman. Pomeriggio a disposizione per assaporare l’atmosfera magica di Cusco, capitale dell’impero Inca, addentrandosi nei suoi vicoli, sostando nei chiostri delle chiese e oziando nel quartiere bohémien di San Blas, da dove si gode una vista impareggiabile sul centro storico. Cena d'arrivederci in un ristorante tipico. Pernottamento.
 
Cusco si trova a 3.300 m. Il centro della città, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, conserva numerosi edifici, piazze e strade di epoca pre-colombiana e coloniale di grande importanza.Un tempo capitale dell’Impero Inca, è la destinazione più importante del Perù.Gli Incas arrivarono a Cusco intorno al XIII secolo. Secondo la leggenda, Manco Capac e Mama Ocllo emersero dal lago Titicaca in Puno portando una verga d’oro. Furono mandati sulla terra dal padre “il Sole” per portare la cultura al mondo barbaro. La loro missione era trovare il posto migliore per creare una nuova città nel luogo dove la verga d’oro sarebbe sprofondata nella terra. Nella loro lunga e lenta ricerca (circa 500 km), presero la strada per il passo Raya. Alla fine arrivarono alla collina di Huanacaure, dove finalmente la verga d’oro affondò nella terra. Fu lì che fu fondata la città di Cusco.Durante la conquista spagnola, molti templi furono distrutti per costruire chiese cattoliche o dimore per i nuovi governanti. Gli spagnoli utilizzarono le pareti Inca restanti come base per la costruzione di una nuova città, che oggi è un misto di influenza spagnola e architettura indigena. Questo è più facilmente visibile nei quartieri di Santa Clara e San Blas.

02 Maggio  Sabato  CUSCO – LIMA – MADRID
Prima colazione in hotel. Pranzo libero. Mattina a disposizione per visite individuali. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea Lan LA2034 Cusco–Lima 14:56–16:24 / proseguimento con volo di linea Iberia per Madrid IB6650 Lima–Madrid 19:45–14:10 del giorno successivo. Pasti e pernottamento in volo.
 
03 Maggio  Domenica  MADRID – ROMA  – AREZZO
Arrivo a Madrid alle 14:10, proseguimento per Roma con volo di linea IB3236  Madrid – Roma 15:55 – 18:25Arrivo a Roma e rientro ad Arezzo con nostro pullman.
 
N.B. L'ordine delle visite potrebbe variare, senza modificare il contenuto del viaggio, salvo cambi improvvisi degli orari dei voli interni.










 
Quota di partecipazione min. 20/25 partecipanti  € 3190,00

Quota di partecipazione bambini 6/14 anni in 3° letto  € 2500,00

Supplemento camera singola € 380,00 (possibilità di abbinamento su richiesta)
 
Trasferimento in bus da Arezzo per Fiumicino € 65/80,00 dipende dal numero dei partecipanti  

Assicurazione spese mediche integrativa (massimale a 100.000 euro ) € 50,00
 
Cambio applicato  1USD =0,89 € (ottobre 2019)
 
Eventuali adeguamenti valutari saranno comunicati 21 giorni ante-partenza
 
 ---

LA QUOTA COMPRENDE: Voli di linea internazionali Iberia e voli di linea interni Lan  – Tasse aeroportuali (nella misura di € 113,00 eventuali variazioni saranno comunicate al saldo) -   Trasferimenti aeroporto/hotel e viceversa - trattamento di pensione completa (menu composti  da un piatto d'entrata + un piatto principale) dalla colazione del secondo giorno alla colazione dell'ultimo (escluso 3 pasti) –  sistemazione in hotel 3 stelle - Escursioni in bus riservato - Treno turistico per la tratta Ollantaytambo-Aguas Caliente-Cusco - Guide specializzate parlanti italiano per le visite– Ingressi previsti per lo svolgimento del tour -  Biglietto turistico per la visita di Cusco dal costo di $50,00 - assicurazione medico/bagaglio (massimale spese mediche € 5164,57 / bagaglio € 413,17 condizioni dettagliate della polizza disponibili in agenzia)  -  Accompagnatore Pepita Guida del Perù.
 
LA QUOTA NON COMPRENDE: Trasferimento in bus da Arezzo per  Fiumicino  -  Bevande ai pasti  – Mance obbligatorie50,00 a persona per guida, autisti e facchini — Assicurazione annullamento – eventuale aumento di tasse aeroportuali/soggiorno – Eventuali noleggio auricolari.
 
 --- 

NECESSARIO PASSAPORTO
Per i cittadini italiani è necessario il passaporto individuale valido per almeno 6 mesi dalla data di partenza. Per l'ingresso in Perù non è richiesto alcun visto ai cittadini dell’Unione Europea.
 
 ---

ACCONTO ALL'ATTO DELLA PRENOTAZIONE € 1000,00
 
I Posti in pullman saranno assegnati in ordine di prenotazione
 
 ---

ATTENZIONE:  Viaggio sconsigliato a chi soffre di disturbi cardiaci; è buona regola consultare il medico anche per chi ha problemi di ipertensione e respirazione o altro genere di malattia. Questo viaggio è stato programmato facendo attenzione al problema dell'altitudine, infatti procederemo gradualmente.
 
 ---

EVITA IL SUPPLEMENTO SINGOLA! Pepita Viaggi offre il servizio di abbinamento dei viaggiatori: se viaggi da solo/sola puoi richiedere all'agenzia di condividere la camera con un altro viaggiatore/viaggiatrice e risparmiare sul supplemento singola.
 



Prima della prenotazione del viaggio, si prega di prendere visione delle "Condizioni generali" e "Scheda tecnica".

Richiedi informazioni Invia ad un amico

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X