Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo Pepita Viaggi Arezzo

Viaggi della Pepita

I viaggi della Pepita

Mercatini di Natale

Mercatini di Natale

Offerte di viaggio

Offerte di viaggio

Pepite Nuziali

Pepite Nuziali

Reportage

Galles e Yorkshire

GALLES & YORKSHIRE
Un viaggio attraverso una natura fantastica e una storia secolare
 
 
Il verde intenso dei parchi nazionali e dei prati ci ha accompagnati anche quando abbiamo percorso le strette e tortuose strade lungo le scoscese e frastagliate coste del Galles. Qui non abbiamo trovato traffico di auto, ma a volte le strade erano percorse da greggi di pecore che si spostavano da un pascolo all’altro, al loro ritmo lento, sollecitando nei viaggiatori quelle emozioni che solo la natura ti può dare.

L’umidità del mare e il clima fresco, oltre ad essere un sollievo dopo la calura estiva italiana, sono un toccasana per fiori e piante: ovunque troviamo ortensie con le più svariate sfumature (dal rosa al viola intenso) e miriadi di altri fiori multicolori.

Una terra che ha visto passare la storia, dai romani ai vichinghi, una terra di gente rude e gentile. Un luogo che offre sempre nuove scoperte e insieme la rassicurante sensazione di essere tra memorie che ci appartengono e subito riaffiorano, portate da un profumo, da un sussurro del vento, dalla vista improvvisa di una via che si snoda tra le case a graticcio. Nessun'altra regione della Gran Bretagna riesce a offrire tanti e diversi paesaggi: brughiere battute dal vento, verdi vallate dolcemente ondulate, coste percosse dal mare, tratti di spiagge sabbiose, castelli imponenti, dimore di sontuosa bellezza, cattedrali che sembrano graffiare il cielo, maestose rovine in cui senti il respiro della storia e del mistero. Cieli tumultuosi che possono diventare di lucido smalto, sottili nebbie mattutine che avvolgono e sfumano i contorni delle cose. Lame di luce che accendono il giallo dei narcisi, regalano vibrazioni argentee ai campi di orzo e si fanno largo nel buio di scure foreste.

La prima tappa del nostro tour è la giovane capitale Cardiff; la città ci accoglie con un sole splendente che illumina e rende ancora più bello il corso principale tutto addobbato da curatissime fioriere. Sotto i palazzi del centro si snodano eleganti gallerie tempestate di negozi, bar e ristoranti, ma la cosa più eclatante è il castello con i suoi torrioni e le alte mura di cinta contornate da un vasto parco.

Di qui proseguiamo di castello in castello, di cattedrale in cattedrale.

La tappa successiva è Pembroke: un castello normanno che risale ben al 1093, ex residenza della casa Tudor. I regnanti furono attratti dalla posizione a picco sulla cittadina e sull’omonimo fiume, così lo restaurarono; l'edificio assicura inoltre un’ottima difesa dai nemici, ma permette al contempo di godere di uno splendido panorama.

Proseguendo in direzione della penisola di St. Davide si trova il meraviglioso complesso della cattedrale gotica che dà nome alla penisola stessa. La chiesa, fondata nel VI secolo da St. Davide santo patrono del Galles, nato poco distante dalla cittadina, fu modificata e ampliata nei secoli successivi fino a raggiungere l'imponenza attuale che la rende perno dell’intero paese. Collocata in un immancabile prato verdissimo, consta di numerosi edifici tra cui i resti di un palazzo vescovile.
 
Viaggiare in Galles significa anche ammirare gli splendidi paesaggi delle sue coste, dove le montagne arrivano a toccare il mare, e la natura incontaminata e rigogliosa dei suoi parchi nazionali, primo fra tutti lo Snowdonia National Park. Una breve passeggiata nel parco permette di ammirare la restaurata ferrovia storica oggi usata per i turisti e il ponte del diavolo con cascatelle e rapide.

Altra tappa naturalistica imperdibile è l'isola di Anglesey, storicamente chiamata la madre del Galles, che ha anche ispirato Shakespeare per creare le streghe della Scottish Play. Le sue coste e spiagge bellissime sono oggi molto frequentate da turisti inglesi e stranieri.

Sulla terraferma, al di là dello stretto che si affaccia sull'isola, si trova l'interessantissimo castello di Caernarfon situato in quello che oggi è un piccolo villaggio di pescatori. Le dimensioni del luogo contrastano con la maestosità del castello costruito da Edoardo I il Plantagento nel XIII e dove lo stesso re incoronò suo figlio Principe del Galles.
 
Il viaggio non si ferma però al solo verde Galles, ma tocca le limitrofe località inglesi che riservano sorprese forse ancora maggiori. Chester, fondata dai romani di cui conserva in parte ancora la struttura urbanistica, vanta una tra le meglio preservate e integre cinte murarie: il suo centro storico è ricchissimo di case a graticcio con i tipici travi a vista in legno e una bella cattedrale. I ricchi mercanti del periodo tardo medievale e Tudor hanno arricchito la cittadina di queste particolari costruzioni che ancora oggi ci rendono testimonianza della sua ricchezza.

Il porto di Chester era in epoca tardo medievale Liverpool, che aveva allora meno importanza. La visita di Liverpool è legata alla band musicale dei Beatles con il locale storico dove hanno suonato da giovanissimi The Cavern e il museo a loro dedicato che è stato ricavato da uno stabile della zona portuale ormai dismessa, grazie al recupero di vecchie strutture di archeologia industriale.

Una storia simile è quella della vicina Mancherster: lo sviluppo della sua fiorente industria tessile la porta a legarsi a Liverpool che diventa la sua via commerciale per l'esportazione.

Le due città sono infatti legate sia per questi eventi storici che per il recupero del territorio, delle strutture industriali e portuali dismesse. Architetti famosi hanno trasformato ambienti una volta malfamati e inospitali in musei, auditorium, luoghi di passeggio e divertimento per la popolazione, oppure in uffici e abitazioni.

Dal periodo più vicino a noi delle due grandi città di Liverpool e Manchester si torna ad immergerci nella storia inglese con la visita di Chatsworth House, la residenza seicentesca che è stata teatro di alcuni film tra cui Orgoglio e Pregiudizio. Questa dimora dei Duchi di Devonshire, situata sul fiume Derwent, è in stile barocco e conserva importanti collezioni di mobili, oggetti d'arte e dipinti, oltre allo splendido parco che la circonda.
Le ultime tappe del nostro tour ci riportano definitivamente al periodo medievale e gotico.

In primis la cattedrale di Lincoln che connota il paesino con le sue due alte torri della facciata; l'imponenza della costruzione, la ricchezza di decori e dei tesori dell'interno ci lasciano letteralmente senza parole.

Proseguiamo quindi con la visita alle impressionanti rovine di Fountain Abbey, un esteso complesso monastico oggi sotto la protezione UNESCO. Questa abbazia si compone di numerose costruzioni ed è posta in un grande parco verde in cui la struttura della cattedrale si staglia verso il cielo, anche il virtù della mancanza della copertura del tetto.

Il viaggio si conclude con York, città che può essere considerata l'emblema del medioevo inglese. Molte strade del centro sono ancora strette e acciottolate: la più nota è "The Shambles", ove si trovano ancora numerose case a graticcio e antiche botteghe. Molti dei negozianti erano macellai, da cui deriva l'attuale nome in dialetto, con botteghe che oggi sono state trasformate in negozi per turisti.

La cosa più eclatante è comunque il Minster, la più grande chiesa della Gran Bretagna e seconda per importanza solo a Canterbury. La cattedrale fonde in sé i tre tipi di gotico più diffusi in Inghilterra: il primitivo, l'ornato e il perpendicolare, ma la cosa che salta più agli occhi sono le 128 vetrate istoriate, di cui quella detta "delle cinque sorelle" è sicuramente la più nota e antica.

Per gli amanti del mistero e dell'esoterismo York è la città ideale: oltre ad essere stata l'ambientazione di alcune scene di Harry Potter, molti sono i tour e gli itinerari "in cerca di fantasmi".

Ma il nostro viaggio non è stato certo solo questo; abbiamo viaggiato attraverso i secoli, tra fantasmi sì, ma di pietra, nei castelli e nelle cattedrali che abbiamo visitato, sotto cieli che a volte sembrano mari in tempesta o ti stupiscono con la loro luminosa serenità, a contatto con una natura che può essere selvaggia e bucolica nel volgere di pochi chilometri, tra residenze che racchiudono come scrigni le testimonianze di un passato fatto di potere, intrighi e passione per l'arte.

Così, alla fine, quando riparti sai che qui tornerai, perché certi posti ti lasciano dentro una nostalgia che puoi colmare solo rivedendoli.


 
Claudia Vignoli,
Inghilterra d'autore: Galles e Yorkshire
Agosto 2019

 


< Torna all'indice

Cerca il tuo viaggio


Data di partenza indicativa

Ricerca per prezzo

Ricerca per continente

I Corti della Pepita

Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X